Il dolore cervicale è uno dei disturbi più diffusi a livello del collo.

In termini occidentali, in presenza di dolore cervicale (o cervicalgia) si parla di una difficoltà a livello meccanico delle vertebre cervicali le quali, in seguito a traumi dei tessuti molli della zona cervicale di natura acuta o cronica, non riescono a mantenere l’equilibrio corretto, causando alterazioni come sporgenze o allineamenti scorretti che influenzano i vasi sanguigni, i nervi e i muscoli dando vita a diversi sintomi.

Questo tipo di disturbo è di rilievo non solo per il malessere localizzato che causa a chi ne soffre, ma anche perché coinvolge una zona (testa e collo) fondamentale per tutto il nostro assetto posturale.

Il dolore, anche se localizzato principalmente al collo, può, inoltre, estendersi alla zona del braccio e della scapola e può associarsi ad altri sintomi come nausea, vertigini, emicranie.

Questo approccio, decisamente meccanico, non prende in considerazione la componente emozionale legata a questo tipo di dolori. Nonostante questo anche la medicina occidentale ha riconosciuto che, dal punto di vista neurovegetativo, determinati tipi di tensioni emotive favoriscono la tensione della muscolatura striata.

Questa si concentra in determinati distretti corporei e l’area del collo è tra le più interessate da questo meccanismo.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, infatti, le cause della cervicalgia possono essere differenti: traumi locali, penetrazione di patogeni (come il vento) a livello del collo, e/o stasi di Qi (Energia Vitale) e sangue.

L’approccio Jin Shin Do presuppone che ogni disagio fisico abbia delle componenti non meccaniche, non misurabili in nessun modo. Il disagio fisico è espressione di un disallineamento tra mente, corpo e spirito.

Una cura rivolta al solo strato meccanico potrebbe risolvere il sintomo, ma sarebbe parziale e destinata al ripresentarsi del sintomo. Il Jin Shin Do, tramite pressione dei punti ed induzione di uno stato di rilassamento molto profondo, aiuta a trasformare, anziché sopprimere, gli stati di inquietudine conducendo ad una vita più gioiosa ed armoniosa. Rinnova, armonizza e rinforza l’energia vitale del corpo e dello spirito. Solo con una comunione di intenti tra mente corpo e spirito è possibile acquisire nuovamente un vero stato di benessere.